Il Comune Tollo utilizza i cookies per rendere migliore la tua esperienza di utilizzo del sito. || Maggiori Informazioni || chiudi ||
PDF

#Emergenza #Coronavirus #Covid19 Nuovo modulo per gli spostamenti

Scritto da Angelo Radica

Pubblicato il

#TolloinForma #news #numero 98

#Coronavirus #Covid19 #lasaluteprimaditutto
#stopcovid19 #tollosana #tollosolidale
#Tollocomunevicinoaicittadini #salute #icittadiniprimaditutto #tollosociale

NUOVO MODELLO PER GLI SPOSTAMENTI
La nuova Circolare della Polizia.

AVVERTENZA: PER CHI NON AVESSE LA POSSIBILITÀ DI STAMPARLO PUÒ RITIRARLO 24 ORE SU 24 NELLA CASSETTA IN LEGNO ADIACENTE AL PORTONE DEL MUNICIPIO.

“..... Il D.P.C.M. 22 marzo 2020 prevede la sospensione delle attività produttive, ad eccezione di quelle indicate nell'Allegato 1 la cui prosecuzione viene assentita dal Prefetto in alcune specifiche ipotesi, individuate dall'art. 1, comma 1, lett. g) e h), e dall'art. 2, del ricordato D.P.C.M. 22 marzo 2020, alla cui lettura si fa rinvio.
Tali misure sono accompagnate da una rivisitazione in senso restrittivo delle circostanze che legittimano gli spostamenti al di fuori della privata abitazione nella fase attuale dell'emergenza.
In estrema sintesi, viene previsto che tali spostamenti possono essere effettuati, fino al 3 aprile p.v., soltanto per i seguenti motivi:
comprovate esigenze lavorative; esigenze di assoluta urgenza; motivi di salute.
Il D.P.C.M. 22 marzo 2020 abolisce la previsione contenuta del D.P.C.M. 8 marzo 2020 che assicurava il rientro tout court nel luogo di domicilio, abitazione o residenza.
Conseguentemente, nel sistema delineato dal D.P.C.M. 22 marzo 2020 tale rientro è consentito solo nel caso in cui lo spostamento all'esterno è connesso ai motivi legittimanti di cui si è detto sopra.
In via esemplificativa, prendendo spunto da quesiti prospettati in queste ore da alcune Questure, si può evidenziare che:
rientra negli spostamenti per comprovate esigenze lavorative, il tragitto (anche pendolare) effettuato dal lavoratore dal proprio luogo di residenza, dimora e abitazione al luogo di lavoro; rientrano nelle esigenze di assoluta urgenza, anche i casi - che si stanno ripetendo con una certa frequenza in questi giorni - in cui l'interessato si rechi presso grandi infrastrutture del sistema dei trasporti (aeroporti, porti e stazione ferroviari) per trasferire propri congiunti alla propria abitazione.
.....Si attira l'attenzione sul fatto che quest'ultimo provvedimento reca alcune restrizioni riguardanti l'accesso ai pubblici parchi, ville, aree gioco e giardini pubblici, lo svolgimento dell'attività Iudica o ricreativa all'aperto, nonché dell'attività all'aperto e prevede la chiusura degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande situati all'interno delle infrastrutture del trasporto pubblico con l'eccezione di quelli ubicati lungo le autostrade.
Ciò premesso, si allega una versione aggiornata al 23 marzo 2020 del modello da utilizzare per l'autodichiarazione, che sostituisce i precedenti.
Si conferma che tale modello prevede che l'operatore di polizia controfirma l'autodichiarazione, attestando che essa viene resa in sua presenza e previa identificazione del dichiarante, al fine di esonerare il cittadino dall'onere di allegare all'autodichiarazione una fotocopia del proprio documento di identità, come stabilito dall'art. 38, comma 3, del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445.

 

https://www.interno.gov.it/it/notizie/aggiornato-modello-autodichiarazioni

 

 

comments powered by Disqus